Riepilogo post nella categoria Google

5 trucchi di Gmail che forse non conoscevate

Postato in Google

Usi Gmail? Hai anche un indirizzo @gmail.com? Ecco 5 trucchi interessanti di Gmail che forse non conoscevate.

I puntini negli indirizzi email sono ignorati da Gmail

Su Gmail, l'indirizzo pippo.pluto@gmail.com è identico a pippopluto@gmail.com e anche a pi.ppo.plu.to@gmail.com. Non importa dove siano i puntini all'interno dell'indirizzo, verranno sempre ignorati.
Volete fare una prova? Mandatevi una email alla versione "senza puntini" del vostro indirizzo, oppure al vostro indirizzo con i punti in posizioni differenti.

Riconoscibilità del mittente

Fate finta di registrarvi ad un nuovo social network che si chiama TheNetwork con la vostra email di Gmail. Al posto, però, di registrarvi con il vostro indirizzo "normale", ad esempio pippo.pluto@gmail.com, provate a scrivere pippo.pluto thenetwork@gmail.com. Da notare che abbiamo aggiunto thenetwork prima di @gmail.com.
L'indirizzo funzionerà, e riuscirete a registrarvi senza problemi.
Questo vi permetterà di riconoscere immediatamente eventuali rivendite del vostro indirizzo email alle società di invio di spam: infatti, se noterete che vi arriva una email di spam su pippo.pluto thenetwork@gmail.com, saprete che la società che "ha venduto" il vostro indirizzo è stata proprio TheNetwork.

Come allegare file .zip su Gmail

Allegare file .zip su Gmail è diventato complicato a causa dei controlli antivirus che riconosceranno il vostro file come "potenzialmente dannoso". Per evitare il problema, quindi, avete due soluzioni. Prima soluzione: rinominare il file da "allegato.zip" a "allegatozip.doc" e dire al vostro destinatario di cambiare l'estensione una volta ricevuto. Seconda soluzione: creare un archivio 7zip protetto da password, con crittografia dei nomi dei file all'interno dell'archivio. Così facendo, Gmail non riuscirà a riconoscere i file che stanno all'interno dell'archivio.

Scaricare tutto il vostro account di posta Gmail in formato mbox

Per scaricarvi un archivio completo del vostro account, basta cercare "Google Takeout". Avrete a disposizione un pannello di controllo per scaricare quello che desiderate dal vostro account Google, compresa la posta elettronica. Questa funzionalità è stata sviluppata davvero molto bene da Google, è molto semplice ed intuitiva da utilizzare.

Usare Gmail in modalità offline


Al posto di usare un client di posta come Thunderbird o Outlook, potete usare Gmail Offline, che è una estensione di Google Chrome. E' molto veloce e funziona su qualsiasi computer dove è già installato Google Chrome. Anche nel caso disponiate di una connessione internet traballante, Gmail Offline vi permetterà di avere sempre accesso alle vostre email sul PC.


Guida Backup dei propri dati su Google

Postato in Google | Backup
Attenzione! Questo contenuto è vecchioQuesto articolo risale al 2016, quindi i contenuti e le operazioni qui consigliate potrebbero essere diventate obsolete nel corso del tempo.

Bisogna dirlo, Google e tutti i suoi servizi connessi, come Gmail, Google Drive, il Play Store, Google Play Music, sono diventati parte integrante delle nostre vite digitali, e della nostra produttività sia personale, sia lavorativa.

C'è da chiedersi, però, dove vengano salvati tutti i nostri dati, e se esiste la possibilità di scaricare una copia dei propri dati su Google.

Ovviamente, trattandosi di Google, non poteva non essere possibile: ci hanno già pensato, e il sistema per il takeout dei propri dati, così lo definisce Google, esiste ed è molto semplice da usare.

Per prima cosa, avete bisogno di un browser ( anche via smartphone ): cliccate su questo link: Strumenti Dati di Google - Takeout. In questa pagina troverete una lista completa di tutti i servizi connessi al vostro account Google, e dei selettori per selezionare / deselezionare i dati che volete scaricare. Ecco un esempio della pagina "Takeout":

Una volta selezionati tutti i servizi Google che volete scaricare, la pagina seguente chiederà il metodo di esportazione. Consiglio di utilizzare il metodo Invia tramite email il link per il download in formato .zip. Questo metodo è comodo, perchè Google, dopo qualche ora, vi manderà una email con un comodissimo link per accedere alle copie di backup. Ecco come si presenta la pagina di esportazione

A questo punto avete finito, e potete aspettare l'email che conterrà il link per il download. Ecco un esempio di email.

Cliccando su Gestisci Archivi nell'email in arrivo da Google, finirete nella pagina Strumenti Dati - Download dei Dati Google dove vi verrà mostrato un elenco di tutte le esportazioni richieste. Attenzione: le esportazioni richieste "valgono" solo per 7 giorni, dopodichè vengono automaticamente cancellate da Google, quindi assicuratevi di scaricare tutto per tempo. Ecco un esempio di lista di archivi scaricabili.

Google ha reso il backup dei propri dati una cosa davvero semplice. Tra l'altro, usando Google in maniera massiva come nel mio caso ( 78GB di archivio! ), con Google Drive con un piano da 100GB e Gmail per lavoro, più l'archiviazione automatica di foto e video dallo smartphone, l'archivio raggiunge in fretta dimensioni considerevoli.

Buon lavoro e buona archiviazione!